ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Guterres, decisioni dell'Aja vincolanti, siano rispettate - La Corte internazionale di giustizia ordina a Israele di fermare l'offensiva a Rafah - Approvato il decreto salva-casa. Anche la Commissione per i conti dei club sul tavolo-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Da Sulmona a Tropea, il 'mangiaplastica' ora in 121 Comuni- A 80 anni da bombardamento, Avezzano ritrova nomi delle vittime - Lago di Scanno, lavori di messa in sicurezza delle sponde- L'Aquila si prepara ad accogliere lo show acrobatico delle Frecce Tricolori, lo spettacolo che accenderà il cielo aquilano nel fine settimana del 25 e 26 maggio-

Sport News

# SPORT # Skyrace del Mammut, vincono Forconi e Pallini nella 21km - Sulmona Futsal batte Cures 6 - 2 nell'andata della seminfinale - Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro dal 25 luglio-

IN PRIMO PIANO

PREMIO BENEDETTO CROCE, ASSEMBLEA CONCLUSIVA A POPOLI TERME DELLE GIURIE POPOLARI

POPOLI - "Le 52 giurie popolari del Premio Nazionale di Cultura Benedetto Croce di Pescasseroli,  XIX edizione, si sono riunite a Popol...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

giovedì 6 aprile 2023

UNIVERSITÀ SULMONESE DELLA LIBERA ETÀ ANNO ACCADEMICO 2023 «CARTOLINE DAL FRONTE»

SULMONA - Università Sulmonese della Libera Età Anno Accademico 2023 «Cartoline dal fronte»Fabio Di Fonso, mercoledì 12 aprile 2023 - ore 17 Aula Magna dell’Istituto d’Istruzione Superiore Ovidio  Via Silvestro di Giacomo n° 22 - Sulmona. "Durante la Grande Guerra, grazie a miliardi di lettere e cartoline, i soldati e le loro famiglie cercarono di tenere saldi gli affetti più cari in quella bufera che avrebbe sconvolto le loro vite per quattro anni. Piccoli pezzi di carta spesso affidati a un destino incerto, scritti in circostanze fisicamente e psicologicamente difficili, quando non addirittura estreme. Un universo incalcolabile di sentimenti distrutti dalla furia degli eventi, trattenuti soltanto da quella sottile ma fittissima ragnatela di parole, sempre più agitata dal vento della guerra. Nell’immenso meccanismo di morte del quale i soldati erano soltanto microscopici ingranaggi, le loro cartoline finirono col sintetizzare inevitabilmente gli effetti capillari della propaganda con un insopprimibile desiderio di pace, talvolta nascosto nell’ultima premurosa rassicurazione inviata alla famiglia prima di scomparire per sempre".

Nessun commento: