news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Anarchici in piazza per Cospito. Cortei a Roma e Milano, sotto Opera lancio di sassi- Scontro in A14 a Grottammare.Morti padre e due figli- Germania: Abbiamo le prove dei crimini di guerra in Ucraina- Scontro FdI-Pd in tribunale Appello di Meloni all'unità-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

IN PRIMO PIANO

"ULTERIORE INCONTRO URGENTE CON ASPI, AUTOSTRADE PER L'ITALIA, AL FINE DI PROVVEDERE A GARANTIRE LA MASSIMA SICUREZZA POSSIBILE ANCHE RIMODULANDO I CANTIERI"

L'AQUILA - "A fronte dell'ennesimo tragico indicente mortale sull'A14 nei tratti abruzzese e marchigiano mi sono sentito co...

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 20 dicembre 2022

DICHIARAZIONE CONFERENZA DONNE DEMOCRATICHE ABRUZZO SUL FEMMINICIDIO AVVENUTO A MIGLIANICO (CH)

CHIETI - "Appuriamo con grande dispiacere che l’ennesimo femminicidio è stato consumato, e questa volta in una città a noi molto vicina, Miglianico, nella provincia di Chieti.La vittima è la quarantunenne Eliana Maiori Caratella, dipendente di una banca a Pescara e madre di due figli, uccisa da Giovanni Carbone a colpi di pistola sul volto, di 39 anni, suo compagno da poco più di un anno.Alla luce della tragedia avvenuto a Miglianico la Portavoce regionale delle Donne Democratiche Lorenza Panei e la Coordinatrice delle Donne Democratiche della Provincia di Chieti Marta Rapa, esprimono "profondo dolore" per quanto accaduto e manda “un pensiero di affetto per i figli rimasti soli dopo il dramma odierno e di solidarietà all'intera comunità. Comunità che auspico sappia stringersi attorno ai familiari per dare loro la forza di superare questa terribile prova".Di fronte al nuovo episodio di femminicidio, le Donne Democratiche Abruzzo ribadiscono inoltre "l'impegno della Conferenza nel contrasto alla violenza contro le donne e l'invito a tutte coloro che si trovano in una situazione di violenza domestica a rivolgersi ai servizi territoriali e alle autorità competenti. Al momento non sono chiare le ragioni di questo ingiustificabile gesto né si sa nulla delle possibili motivazioni. Resta la certezza, però, che ci troviamo di fronte ad un'ennesima tragedia, che vede ancora una volta vittima una donna strappata alla vita per mano di una persona a lei vicina. Un familiare. Oltre la metà delle volte i femmicidi sono compiuti da uomini che avevano un legame affettivo con la vittima. Di fronte a questo dramma ogni parola potrebbe essere ritenuta superflua. Crediamo invece che davanti ai femminicidi non debba mai prevalere il silenzio né la rassegnazione. Al contrario questi fatti sconcertanti devono essere monito perché la violenza contro le donne sia un tema di cui discutere, di cui farsi carico donne e uomini insieme perché è responsabilità di tutti agire per contrastare e sconfiggere quella che è una vera e propria piaga per la nostra società".Invitiamo infine la Regione a rafforzare il sostegno ai centri e alle reti antiviolenza e ai servizi sociali comunali, realtà fondamentali e punti di riferimento dei territori per l’eliminazione del fenomeno, affinché le donne non si sentano più sole e inascoltate di fronte a situazioni di violenza".


Conferenza Donne Democratiche - Abruzzo

Nessun commento: