news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Anarchici in piazza per Cospito. Cortei a Roma e Milano, sotto Opera lancio di sassi- Scontro in A14 a Grottammare.Morti padre e due figli- Germania: Abbiamo le prove dei crimini di guerra in Ucraina- Scontro FdI-Pd in tribunale Appello di Meloni all'unità-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

IN PRIMO PIANO

"ULTERIORE INCONTRO URGENTE CON ASPI, AUTOSTRADE PER L'ITALIA, AL FINE DI PROVVEDERE A GARANTIRE LA MASSIMA SICUREZZA POSSIBILE ANCHE RIMODULANDO I CANTIERI"

L'AQUILA - "A fronte dell'ennesimo tragico indicente mortale sull'A14 nei tratti abruzzese e marchigiano mi sono sentito co...

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 26 novembre 2022

INTRODACQUA: INAUGURATO UN BUSTO DI LEGNO IN RICORDO DELLE DONNE VITTIME DI VIOLENZE

VIDEOINTRODACQUA - Il paese è stato scosso dalla tragedia della 41enne Ilaria Maiorano, originaria di Introdacqua, uccisa dal marito a Osimo, in provincia di Ancona. Nel pomeriggio di ieri è stato inaugurato un busto in legno in ricordo delle donne vittime di violenze, realizzato dal volontario del servizio civile Fabrizio Di Due. All’inaugurazione, nella sala del consiglio comunale, il sindaco Cristian Colasante e l’assessore Carla Di Benedetto, nell’ambito di una cerimonia con gli interventi musicali, la partecipazione di diversi ragazzi e ragazze, il parroco del paese, il comandante della stazione dei Carabinieri e un numeroso pubblico.


 

Si chiama “Mariposa”, ovvero farfalla, la scultura inaugurata nel pomeriggio nell’Aula Consiliare del comune di Introdacqua, realizzata dal volontario del servizio civile, Fabrizio Di Due. Una donna senza occhi per racchiudere l’identità di tutte le donne che subiscono violenza. Le mani posizionate sulla nuca in segno di libertà e le ginocchia non proprio distese, per simboleggiare la fatica e la determinazione. Il simbolo, come ha spiegato l’autore, diventa un augurio forte e chiaro per tutte le donne che subiscono violenza affinchè possano rinascere e volare come una farfalla. Una giornata, quella di oggi, che assume un significato particolare per il piccolo paese della Valle del Sagittario, segnato lo scorso 15 ottobre dal femminicidio di Ilaria Maiorano, uccisa ad Osimo dal marito, originario di Introdacqua. La violenza è quindi entrata nelle case, nei quartieri, nei cuori degli introdacquesi, lasciando sgomento e incredulità. Da qui il valore della celebrazione del 25 novembre. Perchè il “mostro non è sotto il letto ma al fianco” come ha ricordato il sindaco, Cristian Colasante, presente alla cerimonia unitamente all’assessore comunale al ramo, Carla Di Benedetto, anima dell’iniziativa del Comune che con riflessioni e intervalli musicali non ha ignorato la ricorrenza. “La nostra missione continua nel quotidiano. Siamo una piccola comunità e non vogliamo lasciare indietro nessuno. I nostri progetto sono volti a mantenere un paese con la mano tesa”- conclude Di Benedetto.


























Nessun commento: