---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Sparatoria a Chicago alla parata del 4 luglio, cinque i morti- Meteo, Caronte è al picco. Poi arrivano i temporali- Draghi: 'Lavorare perché non accada più'. Si cercano ancora 14 persone, 4 trovate vive- Undici dispersi sono italiani, otto stranieri. Draghi non atterra a Canazei per maltempo- Ergastolo per i fratelli Bianchi. Uccisero Willy, applausi in aula-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - SULMONA: Presentato il Palio della Giostra Cavalleresca 2022

mercoledì 18 maggio 2022

DAINESE, NELLA CITTA' DEL TRICOLORE PRIMO SQUILLO ITALIANO

La Parmigiano Reggiano Food Stage porta in dote il primo successo azzurro nella Corsa Rosa. Carapaz guadagna 3" in classifica generale dopo aver vinto uno Sprint Intermedio. Reggio Emilia, 18 maggio 2022 –  Il cielo di Reggio Emilia si colora d'azzurro grazie ad Alberto Dainese (Team DSM) che, nella città del Tricolore, trova il primo successo di tappa italiano in questa Corsa Rosa. Il velocista veneto ha vinto la Parmigiano Reggiano Food Stage al termine di uno sprint molto combattuto superando proprio negli ultimi metri Fernando Gaviria ottenendo così la sua prima vittoria in un Grande Giro. In precedenza a 1200 metri dal traguardo si era conclusa la fuga di Dries De Bondt, nata dopo che allo Sprint Intermedio di San Giovanni in Persiceto era stato Richard Carapaz a passare per primo conquistando 3" di abbuono. In classifica generale il vincitore del Giro d'Italia 2019 si porta in seconda posizione a 12" dalla Maglia Rosa Juan Pedro Lopez scalzando dal podio Romain Bardet.




(La forma di Parmigiano Reggiano con la data di oggi a celebrare la prima Food Stage della storia del Giro d'Italia)

 

RISULTATO DI TAPPA

1 - Alberto Dainese (Team DSM) - 203 km in 4h19’04’’, alla media di 47.015 km/h

2 - Fernando Gaviria Rendon (UAE Team Emirates) s.t.

3 - Simone Consonni (Cofidis) s.t.


CLASSIFICA GENERALE

1 - Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo)

2 - Richard Carapaz (Ineos Grenadiers) a 12"

3 - Joao Pedro Almeida Gonçalves (UAE Team Emirates) s.t.


 

LE MAGLIE UFFICIALI


Le Maglie di leader del Giro d’Italia sono prodotte con tessuti SITIP e disegnate da CASTELLI.


Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel - Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo)

Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, dedicata al Made in Italy - Arnaud Démare (Groupama-FDJ)

Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Diego Rosa (Eolo-Kometa Cycling Team)

Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo - Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo) - indossata da Joao Pedro Almeida Gonçalves (UAE Team Emirates)


I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. Una grafica con alcuni dei dati raccolti oggi è disponibile a questo link.


STATISTICHE


Prima vittoria al Giro per Alberto Dainese: pone fine ad un digiuno di vittorie italiane lungo 10 tappe.

Se consideriamo solo gli sprint, Dainese è il velocista italiano più giovane a vincere al Giro da 10 anni a questa parte: il precedente è Andrea Guardini, vincitore a Vedelago il 24 maggio 2012 a 22 anni 11 mesi e 12 giorni.

47.015km/h: è la decima tappa in linea più veloce della storia. Il record appartiene alla Matera-Brindisi del 2020 vinta da Arnaud Démare alla media di 51.234km/h. Il transalpino vestirà la Maglia Ciclamino per la 30^ volta domani. 


CONFERENZA STAMPA


Il vincitore di tappa Alberto Dainese ha dichiarato in conferenza stampa: “Stamattina non pensavo che avrei vinto, non ho dormito bene e non mi sentivo al massimo al risveglio. Sono onorato di essere diventato lo sprinter di riferimento del team durante la corsa. Ogni volata è diversa, all'inizio Démare sembrava essere piazzato meglio di tutti ma ai 100 metri dall'arrivo ho capito che ero il più veloce. Romain [Bardet] ha sempre creduto nei miei mezzi, forse anche più di me. Sono felice di vedere che un corridore terzo in classifica generale mi ha aiutato nella preparazione dello sprint. Adesso tutta la squadra lavorerà per lui perchè puntiamo a vincere il Giro d'Italia." 

Nessun commento: