news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - La Corea lancia un missile, scatta l'allerta in Giappone- Meloni: 'Un governo presto, con Draghi nessun inciucio'- La Svezia: 'Non si è fermata la fuga di gas da Nord Stream 2'- Ragazza italiana arrestata in Iran, l'appello del papà su Fb- Stoltenberg. 'L'uso di armi nucleari avrà conseguenze per Mosca'-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 28 aprile 2022

PACENTRO, 60ENNE MUORE SULLA MAIELLA

PACENTRO - Un uomo di 60 anni, Marco Trozzi, è morto e un altro è rimasto ferito in un incidente avvenuto sulla Maiella, nella zona di Passo San Leonardo. Sul posto tutte le squadre di soccorsoI due escursionisti si trovavano nei pressi di Rava Giumenta Bianca, quando, stando a una prima ricostruzione, il sessantenne sarebbe precipitato per alcuni metri. Sul posto per le operazioni di soccorso si trovano i sanitari del 118, con l’ausilio di un elicottero, e le forze dell’ordine.Stava facendo un’escursione con gli sci sul versante pescarese della Maiella quando, per cause ancora in via di accertamento, sarebbe scivolato finendo in un crepaccio. La tragedia questa mattina in località Passo San Leonardo, non distante da Sant’Eufemia a Maiella.

Marco Trozzi, 60 anni, originario di Pescocostanzo (L’Aquila), ha perso la vita mentre scendeva con gli sci in alta montagna. Era in compagnia di due amici di Roccaraso, uno dei quali è rimasto ferito in modo grave; è stato il terzo escursionista, rimasto illeso, a dare l’allarme. Sul posto i sanitari del 118, elisoccorso e il Soccorso Alpino, che stanno procedendo alle operazioni di recupero della salma, e i carabinieri della compagnia di Popoli (Pescara), competenti per territorio. Trozzi gestiva un albergo a Pescocostanzo. La notizia ha subito fatto il giro del paese provocando sgomento e commozione. Appena giovedì scorso, 21 aprile, l’uomo aveva festeggiato il suo sessantesimo compleanno.






GIORNATA DRAMMATICA PER IL SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO ABRUZZESE: DUE LE VITTIME DELLA MONTAGNA NEL GIRO DI 12 ORE. 

SANT’EUFEMIA A MAIELLA (PE) Erano usciti stamattina per praticare sci alpinismo a Sant’Eufemia a Maiella (Pe), tre escursionisti di Pescocostanzo e tra questi anche due maestri di sci, ma uno di loro, un uomo di 60 anni, ha perso la vita.

I tre erano andati a Sant’Eufemia e si trovavano lungo l’itinerario sciistico Rava della Giumenta Bianca, che porta sulla cima del Monte Amaro. Ad un tratto però lo sciatore di 60 anni durante la salita è scivolato all’indietro ed è stato vano il tentativo di uno dei due amici di bloccarlo. L’uomo di 60 anni è deceduto a seguito dei traumi causati dalla caduta e l’amico che ha tentato di bloccare il corpo dell’uomo è rimasto ferito.

Subito il terzo compagno, anche lui un maestro di sci, che non è stato coinvolto nell’incidente, ha allertato il 118 di Pescara, che ha attivato il protocollo dei soccorsi in montagna, chiedendo l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese. 

I sanitari del 118 e i tecnici del Soccorso Alpino sono decollati a bordo dell’elisoccorso dall’aeroporto di Pescara, per effettuare gli interventi di recupero.

TOCCO DA CASAURIA (PE) A distanza di poche ora dal primo intervento, sulle montagne pescaresi si è verificato un altro incidente, purtroppo mortale.

Stavolta a perdere la vita è stato un uomo anziano di Tocco da Casauria (Pe), che stamattina era andato a fare una passeggiata in montagna per raccogliere gli asparagi, in contrada Francoli, a Tocco da Casauria. 

L’uomo anziano è scivolato nel fosso del fiume Pescara e i familiari non vedendolo rientrare, lo hanno localizzato con il cellulare e hanno scoperto che era finito in un fossato, così hanno allertato il 118 di Pescara, che ha attivato il Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese, che è intervenuto per il recupero della salma.

E, a proposito di incidenti, Daniele Perilli, presidente del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese ricorda l’importanza della prevenzione: “È necessaria un’adeguata preparazione fisica per approcciare la montagna in sicurezza; occorre comunicare il luogo dell’escursione e il presunto orario di rientro; scegliere abbigliamento e attrezzature tecniche idonei alla destinazione; portare sempre il cellulare e una piccola dotazione di primo soccorso; controllare sempre il meteo prima di affrontare un’escursione o una scalata; studiare i percorsi e avere le cartine della zona scelta per l’escursione; portare bevande ed alimenti idonei; se non si ha esperienza, affidarsi alle Guide Alpine e agli Accompagnatori di Media Montagna del CAI. Scaricare inoltre l’App Georesq per essere localizzati, che è gratuita per soci del Cai; in caso di necessità chiamare il 118 e attivare il Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo”.



Nessun commento: