---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - 'A Mariupol 200 cadaveri in un rifugio'. Medvedev boccia il piano di pace dell'Italia- Il primo treno con un carico di grano ucraino è in Lituania- Kiev: 'Bombardamenti a Severodonetsk'. 'Russi preparano offensiva su Zaporizhzhia'- Biden: 'Ambiguità strategica Usa su Taiwan non è cambiata'- Falcone, Ranucci: perquisizioni della Dia a Report e a Mondani-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

PRIMO PIANO

NON SI FERMANO ALL’ALT E FUGGONO: DUE GLI ARRESTATI

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale Diretta Streaming - CORFINIO: IL PREMIO NAZIONALE PRATOLA SI CONFERMA EVENTO INTERNAZIONALE SOLIDARIETÀ, DIRITTI UMANI E IMPEGNO CIVILE

sabato 19 marzo 2022

L'INTERNATIONAL POLICE ASSOCIATION “SALVA” DUE BIMBE DALLA GUERRA IN UCRAINA

GIULIANOVA - "Non sapeva come fare Valentina. Una nonna disperata che aveva un solo pensiero: portare in Italia dall'Ucraina le sue due piccole nipotine di 6 e 12 anni.
Le due inermi bambine vivevano nella terra macchiata oggi dal sangue della guerra in una condizione di estremo pericolo.
Valentina seppur immersa in una profonda preoccupazione non si è persa mai d'animo.
Il suo pensiero è andato subito ad Alfredo Iasuozzi, attuale presidente nazionale vicario dell'IPA. Una  persona con la quale Valentina ha  sempre collaborato nell'ambito  dell'associazione di polizia.
In lui Valentina ha sempre riconosciuto quel profondo senso dell'umanità e  di persona  sempre pronta ad aiutare le persone in difficoltà ( d'altronde l'IPA della quale da decenni ne rappresenta il vessillo si occupa tra le altre cose soprattutto di questo).
Iasuozzi ha subito capito cosa fare.
Dopo la richiesta di aiuto avanzata da Valentina il rappresentante dell'IPA chiama il presidente nazionale Nicolangelo Pezone. Da lui ottiene con celerità i contatti dell'ambasciatore italiano in Polonia e del Presidente del Comitato degli italiani all'estero per la Polonia Circoscrizione Consolare di Varsavia Dr.ssa Silvia Rosato
È attraverso loro che Iasuozzi riesce a  smuovere subito  le acque.
La Rosato, infatti,  si mette prontamente in contatto con Valentina. 
Alla  nonna Ucraina le fa ottenere i documenti necessari per il disbrigo delle pratiche oltre ad assicurarle vitto, alloggio e biglietti aerei gratuiti.
Valentina ha prende così  subito il volo per la Polonia e senza perdere tempo, preleva  le sue due nipotine efa  ritorno in Italia con un volo diretto per Roma.
Ad aspettarle, nell'aeroporto di Ciampino, c'era la Croce Rossa i cui volontari, dopo averle accuratamente accolte e rifocillate, le conducono  a Giulianova laddove ad aspettarle vi  trovano in un clima di festa proprio il presidente nazionale vicario dell'IPA Iasuozzi e un  gruppo dell'IPA cittadino.
Iasuozzi, però, non si è limita ad assistere solo Valentina e le due nipotine.
Venuto a conoscenza della presenza sullo stesso aereo di un'altra madre ucraina e di sua figlia, si prodiga per far si che anch'esse trovassero una sistemazione. Attraverso il segretario della  delegazione IPA laziale Marco Borriello  alle due viene offerta adeguata assistenza e un posto dove dormire.
L'indomani lo stesso Borriello  si è premura di accompagnarle alla stazione Termini dalla quale sono poi partite con destinazione Napoli.

Nonna Valentina


Una storia bella quella raccontata dagli amici dell'IPA di Giulianova.
E' grazie ad Alfredo Iasuozzi e all'Associazione da lui rappresentata che  si è potuto scrivere, seppur in un contesto brutto come lo è  la guerra, davvero una pagina bella".

THE INTERNATIONAL POLICE ASSOCIATION "SAVES" TWO CHILDREN FROM THE WAR IN UKRAINE


GIULIANOVA: She didn't know how to do Valentina. A desperate grandmother who had only one thought: to bring her two little granddaughters aged 6 and 12 to Italy from Ukraine.
The two helpless girls lived in the land stained today by the blood of war in a condition of extreme danger.
Valentina, although immersed in a deep concern, never lost heart.
His thoughts immediately went to Alfredo Iasuozzi, the current vicar national president of the IPA. A person with whom Valentina has always collaborated within the police association.
In him, Valentina has always recognized that deep sense of humanity and of a person who is always ready to help people in difficulty (on the other hand, the IPA of which it has been its banner for decades deals above all with this, among other things).
Iasuozzi immediately understood what to do.
After the request for help made by Valentina, the representative of the IPA calls the national president Nicolangelo Pezone. From him he quickly obtained the contacts of the Italian ambassador in Poland and of the President of the Committee of Italians Abroad for Poland Consular District of Warsaw Dr. Silvia Rosato
It is through them that Iasuozzi is able to immediately move the waters.
The Rosato, in fact, quickly gets in touch with Valentina.
She makes her Ukrainian grandmother obtain the necessary documents for the handling of the paperwork as well as assuring her free room, board and air tickets.
Valentina immediately took the flight to Poland and without wasting time, picks up her two granddaughters and returns to Italy with a direct flight to Rome.

Waiting for them, at Ciampino airport, was the Red Cross whose volunteers, after having carefully welcomed and refreshed them, take them to Giulianova where the national vicar president of the IPA Iasuozzi and Iasuozzi are waiting for them in a festive atmosphere. a group of the citizen IPA.
Iasuozzi, however, did not limit himself to assisting only Valentina and her two granddaughters.
Upon learning of the presence on the same plane of another Ukrainian mother and her daughter, he did his utmost to ensure that they too found accommodation. Through the secretary of the Lazio IPA delegation Marco Borriello the two are offered adequate assistance and a place to sleep.
The next day Borriello himself took care to accompany them to Termini station from which they then left for Naples.
A beautiful story the one told by the friends of the IPA of Giulianova.
It is thanks to Alfredo Iasuozzi and the Association he represents that it was possible to write, albeit in an ugly context such as war, a really beautiful page.

Il Componente dell'esecutivo Nazionale
Mauro Nardella



Nessun commento: