---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE NAZIONALI - Oggi la rosa del centrodestra. Da Letta-Renzi no a Frattini- Fumata nera ma si tratta. Salvini vede i grandi elettori- Migranti morti nella traversata in 280 sbarcano a Lampedusa- Covid, superati i 10 milioni di contagiati in Italia- Giornata di incontri con Draghi e tra leader. Si è aperto il dialogo Salvini-Letta-Conte- 'Siamo al plateau della curva Omicron. 87% gli immunizzati'-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

CANALE DIRETTA STREAMING - CORDESCA 2021 FINALE

sabato 8 gennaio 2022

CISL FP ABRUZZO MOLISE ASL 01 ABRUZZO - BASTA ANNUNCI E SUBITO RISPOSTE VERE PER FRONTEGGIARE LA PANDEMIA!

L'AQUILA - "Da tempo denunciamo il problema relativo alla carenza di personale presso la ASL 01 Abruzzo, fin dall'inizio abbiamo espresso la nostra massima disponibilità per combattere questa tragedia che ci ha colpiti, purtroppo ad oggi dobbiamo prendere atto che la maggior parte delle nostre richieste sono state disattese".Il Segretario Generale Cisl Fp Abruzzo Molise Vincenzo Mennucci, unitamente al Coordinatore Sanità di L'Aquila Marcello Ferretti e ai Coordinatori Anastasia Fusco e Orazio Soccorsi, riferiscono: "i servizi sanitari della Asl 1 Abruzzo si trovano ormai in una situazione critica e di grande sofferenza, ciò è dovuto sia al permanere dell'emergenza pandemica e dunque alla conseguente necessità di sostenere l'espansione delle attività Covid, sia alla necessità di garantire il mantenimento dell'assistenza ordinaria.Ormai, da tempo le gravidanze non sono sostituite, il personale con problemi di salute aumenta, persino il personale in quiescenza non viene rimpiazzato. In assistenza mancano sempre più Medici, Infermieri e OSS, e quei pochi che possono essere assunti entrano in ASL con tempi lunghissimi (burocrazia, mancanza di risorse negli uffici). L'Asl 01 non può continuare a dare assistenza sanitaria pensando esclusivamente a risparmi di gestione. Bisogna puntare ad un sistema di qualità vero, attraverso un uso razionale delle risorse, dove il vero problema non è lo spendere meno ma soprattutto spendere meglio. Il personale deve essere visto come una risorsa e non come un mero costo.La programmazione Aziendale deve essere vera e deve prendere in considerazione l'effettiva realtà delle cose, premiando la volontà e il senso di responsabilità dei lavoratori seri, e sono tanti.

La struttura delle Professioni Sanitarie è ormai carente dal punto di vista del personale e dovrebbe essere potenziata per svolgere al meglio la propria funzione istituzionale. Non si può attendere oltre! Dalla stessa struttura i lavoratori sono mesi che aspettano una mobilità interna che ormai si è persa nella burocrazia più assoluta.

La CISL FP aggiunge, "già nei precedenti incontri con la Direzione Generale abbiamo sottolineato l'emergenza relativa alla carenza di personale ed una sempre più fuori controllo precarizzazione del lavoro. Ad oggi sono tantissimi i lavoratori, che pur avendo maturati i requisiti previsti dalla normativa vigente, sono in attesa delle procedure per la stabilizzazione e per non parlare dei tanti professionisti in scadenza di comando che se a breve non avranno la proroga saranno costretti a rientrare nelle Aziende di appartenenza".

Si sottolinea inoltre come sia inaccettabile che in questi giorni, a causa dell'ampliamento dei posti letto per COVID, si stiano sottraendo risorse umane indispensabili in reparti strategici con conseguente rischio sull'erogazione dell'assistenza nelle 24 ore.

Da quasi due anni i lavoratori e le lavoratrici stanno combattendo in prima fila questa durissima battaglia per poter garantire alla comunità le prestazione di cui i cittadini hanno bisogno. Non è di certo sfruttando le prestazioni aggiuntive che si risolvono le criticità attuali. Sicuramente non è la soluzione continuare a spostare i pazienti da un reparto all'altro variando continuamente la funzione dei reparti. Non sono questi segnali di serietà e rispetto nei confronti di chi ogni giorno lavora seriamente.

Sono questi i temi su cui vogliamo confrontarci fin da subito e non su annunci generici che vengono fatti tramite gli organi di stampa. Noi siamo disponibili ad un confronto serrato per definire questi percorsi.

L'Azienda Sanitaria esca allo scoperto e pensi una volta per tutte alla valorizzazione delle risorse umane e alla qualità dell'assistenza erogata. In assenza di un vero confronto, valuteremo con i lavoratori le iniziative da intraprendere.

Il COORDINAMENTO SANITA' PUBBLICA Il SEGRETARIO GENERALE CISL FP

Marcello FERRETTI  Vincenzo MENNUCCI

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :