---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Addio a Piero Angela, aveva 93 anni. Mattarella: 'Il Paese gli è riconoscente'- Salman Rushdie rischia di perdere un occhio. E' attaccato al respiratore, danni al braccio- Salman Rushdie aggredito sul palco. Ferito al collo, arrestato l'assalitore- 'Con il presidenzialismo, via Mattarella', bufera sul Cav- Letta:'Da destra preavviso di sfratto al Colle'

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - SULMONA : Giostra Cavalleresca - 1^ Giornata

lunedì 1 novembre 2021

CARCERI AQUILANE: MAURO NARDELLA ( UIL PA) "RIPRENDERE DIMESTICHEZZA CON GLI SCREENING A MEZZO TAMPONI MOLECOLARI"

L'AQUILA - "Da diversi mesi non vengono più fatti effettuare con la regolarità quindicinale  che li aveva caratterizzati e che li ha visti indiscussi protagonisti dello scenario pro prevenzione anti Covid-18 dei vari istituti di pena della provincia aquilana, gli screening di massa a mezzo tamponi molecolari.Ad eccezione di alcuni casi quali ad esempio i test fatti effettuare all'ingresso dei detenuti appena giunti dalla libertà o da altre parti; a coloro i quali devono essere sottoposti a determinate visite mediche specialistiche; ai sottoposti a restrizioni prima di recarsi nelle aule di giustizia; ai detenuti che si recano in permesso premio o di necessità ( in questi casi a Sulmona, per esempio, vengono fatti fare anche agli agenti che accompagnano i detenuti nel luogo ove deve svolgere il permesso di necessità accordato dal magistrato di sorveglianza per particolari e gravi motivi familiari), negli istituti di pena di Sulmona, L'Aquila ed Avezzano né il personale e né tantomeno i detenuti  vengono  sottoposti agli screening di massa così come accadeva fino a prima dell'estate.In considerazione degli ultimi dati emanati in fatto di positività al Covid e che vede un aumento crescente dei casi non sarebbe male, a parere della UIL PA, riprendere dimestichezza con lo screening anticovid e tenere sotto controllo la situazione pandemica all'interno degli istituti di pena.Il tutto in attesa delle determinazioni che saranno assunte dagli Organi preposti in materia di terza dose vaccinale.Il mio ricordo va allo scenario quasi dantesco che ha caratterizzato il vissuto di tutti coloro, soprattutto nel carcere di Sulmona, sono stati coinvolti dal terribile morbo. Uno scenario che ci auguriamo possa presto far parte solo dei libri di storia".

 Mauro Nardella componente della Segreteria generale UIL PA Abruzzo

Nessun commento: