---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Manovra al rush finale, sale la tensione sulle pensioni- Stretta sui monopattini. Riparte l'ecobonus per l'auto- 'Eitan deve tornare in Italia'. Il nonno annuncia ricorso- L'Ema avvia l'esame della pillola contro il Covid- Locatelli, per vaccinati J&J probabile altra dose- Pensioni, scontro Lega-Pd Verso la manovra giovedì- E' braccio di ferro su pensioni e tasse-

news

PRIMO PIANO

NOZZE D’ARGENTO FESTEGGIATE IL PROSSIMO WEEK-END PER LA RISERVA MONTE GENZANA-ALTO GIZIO

PETTORANO SUL GIZIO - Nozze d’argento festeggiate il prossimo week-end per la Riserva Monte Genzana-Alto Gizio che ha la sua base operativa...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

CANALE DIRETTA STREAMING - CORDESCA 2021 FINALE

domenica 18 aprile 2021

"IL NUOVO SISTEMA DI FORNITURA DEI VACCINI DELLA ASL MANDA IN TILT L’ ORGANIZZAZIONE NELL’ HUB DI TAGLIACOZZO E IN ALTRI CENTRI"

TAGLIACOZZO - "Tutto andrebbe alla perfezione nell’hub vaccinale di Tagliacozzo, presso la prestigiosa sede del Palazzo Ducale, se non fosse che a causa di una incomprensibile disposizione, posta in atto dal responsabile del servizio farmaceutico della Asl1, da qualche giorno a questa parte, si creano ritardi e disservizi per gli utenti e gli operatori del centro.Fino a prima di Pasqua infatti, la preparazione delle dosi avveniva in sede, da parte di un farmacista che era presente in ogni hub vaccinale, ma da quando si è deciso di concentrare il servizio di preparazione ad Avezzano e poi di procedere allo smistamento, sono incominciati i problemi e i ritardi. Il Comune e i gruppi di volontariato stanno collaborando con la Asl, profondendo grande energie e impegno affinché la campagna vaccinale sia il più funzionale possibile, ma poi incomprensibili decisioni e burocrazia da parte dell’Azienda, unitamente all’inefficienza lavorativa di alcuni, mettono i così detti “bastoni tra le ruote” e mandano in tilt la macchina organizzativa. “Oggi, domenica 18 aprile, sono previste quasi 250 vaccinazioni le cui somministrazioni sarebbero dovute iniziare alle ore 10.00, ma sono le 11.00 e delle dosi ancora non se ne vede neanche l’ombra” ha dichiarato il Sindaco Vincenzo Giovagnorio.

“Inevitabili assembramenti interni ed esterni al centro, ingorghi e file di automobili di cittadini che seguitano a confluire, ma che non sono serviti nella vaccinazione, spazientimenti che gli operatori e i volontari a stento trattengono e calmano”.Sarebbe il caso forse che chi è preposto a questa funzione si alzasse un’ora prima al mattino (anche di domenica), così da provvedere alla preparazione e allo smistamento dei vaccini in modo puntuale".

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :