---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE NAZIONALI - Letta: 'Riccardi profilo ideale' Telefonata Salvini-Berlusconi- Oms: 'Con Omicron plausibile fine della pandemia in Europa'- Lorica, morto il direttore dell'impianto di risalita- Vertice centrosinistra sul Colle. Conte, faremo nome autorevole- Oggi vertice centrosinistra Partita doppia Colle-governo.

news

TOP NEWS

TOP NEWS

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

CANALE DIRETTA STREAMING - CORDESCA 2021 FINALE

martedì 31 maggio 2011

SPORT, CONCLUSO TORNEO OVIDIANO TIRO CON L'ARCO






Una due giorni tra arco, frecce e natura. Secondo week end con le gare di tiro con l'arco a Sulmona. Dopo le competizioni del 21 e 22 maggio scorsi, gli impianti sportivi in località Incoronata hanno ospitato il IX torneo ovidiano e VII gp Fiamme Azzurre, appuntamento valevole per la selezione nazionale e qualificazione ai campionati europei. Tre frecce a testa per 24 bersagli dislocati sia sul campo verde che sul Colle Savente. Vince chi fa più punti. Queste le regole per i 120 gli arcieri, provenienti da tutta Italia, che hanno affrontato il percorso nella manifestazione sportiva organizzata, anche quest'anno, dall' asd sulmonarcieri di concerto con il gruppo Fiamme Azzurre e il comitato regionale FitArco Abruzzo. "E' il nono anno che si organizzano queste gare a Sulmona. E' una competizione importante assegnata dalla Federazione FitArco in vista di obiettivi maggiori che vogliamo raggiungere" ha affermato Claudio Perrotta, presidente Asd sulmonarcieri. "In regionale stiamo cominciando con un nuovo progetto con l'obiettivo di coinvolgere i giovani avvicindandoli a questo sport perchè il numero dei ragazzi è purtroppo inferiore a quello degli adulti" ha spiegato l'allenatore Fiamme Azzurre Abruzzo, Tito Paris. " A livello nazionale i nostri ragazzi sono i più forti al mondo e non perchè sono italiani, ma perchè portano a casa più medaglie di tutti" ha affermato l'allenatore nazionale Vincenzo Scaramuzza, spiegando che in Italia sono circa 25 mila gli iscritti. Due i campioni mondiali presenti alle gare, Giuseppe Seimandi e Monica Finessi che hanno raccontato com'è nata la loro passione per arco e frecc e come sono cresciute le loro soddisfazioni che li hanno portati a salire sui più alti podi internazionali. "Ho vinto 4 titoli mondiali" ha detto Seimandi "la mia passione per questo sport è nata molti anni fa in un Club Med e si è protratta per 12 anni". Tutti concordi nel consigliare ai giovani questa disciplina sportiva che si svolge prettamente all'aria aperta e a contatto con la natura.

Per visionare la classifica con il punteggio di tutti gli arcieri divisi in categorie è possibile consultare il sito http://www.fitarco-italia.org/gare/classifica.php?Codice=N1113005

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :