ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Onu: 'Inaccettabile' l'attacco al megastore di Kharkiv. I morti sono almeno 11 - Meloni lancia 'teleMeloni', nuovo duello con Schlein - Trovato morto in auto il marito dell'eurodeputata Donato. Lei: "Hanno ucciso Angelo"- Muore investito da mezzo pesante all'Air show L'Aquila -

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Air Show annullato dopo la tragedia all'Aeroporto dei Parchi - Cartoons on the Bay, a Pescara 300 opere da 50 Paesi - "Marathon degli Stazzi", torna la gara di bike tra i rifugi-

Sport News

# SPORT # Skyrace del Mammut, vincono Forconi e Pallini nella 21km - Sulmona Futsal batte Cures 6 - 2 nell'andata della seminfinale - Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro dal 25 luglio-

IN PRIMO PIANO

SULMONA: "I CITTADINI SEQUESTRANO IL CANTIERE "ABUSIVO" DELLA SNAM"

SULMONA VIDEO - " Dopo 15 mesi di inerzia delle autorità preposte sono i cittadini a far rispettare la legalità. Le denunce e le mani...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

giovedì 11 aprile 2024

"USCIRE DALLA GUERRA PER UN’ ECONOMIA DI PACE"


SULMONA - "Venerdì 12 aprile alle ore 17, presso la sede della CGIL, a Sulmona in vico del Vecchio 5, verrà presentato il libro “Uscire dalla guerra, per un’ economia di pace”, un lavoro collettivo al quale hanno preso parte 18 autori. L’iniziativa è promossa dal Tavolo per la pace e la solidarietà Valle Peligna.  Introdurrà Mario Pizzola e interverranno i curatori del libro (pubblicato da Cittadella Editrice Assisi) Antonio De Lellis e Rosetta Placido. Dalla fine della seconda guerra mondiale non era mai accaduto che due grandi conflitti infiammassero il nostro pianeta contemporaneamente. I leader mondiali, anziché spegnere il fuoco, lo alimentano inviando armi e finanziamenti, andando in questo modo verso una escalation che ha al suo culmine il rischio di una terza, e probabilmente ultima, guerra mondiale che verrebbe combattuta con tutte gli armamenti a disposizione, compresi gli ordigni nucleari. La follia di quanti hanno nelle loro mani le sorti del mondo è tale da indirizzare le decisioni verso la riconversione delle economie nazionali in “economie di guerra” che sottrarrebbero – più di quanto oggi non avvenga – enormi risorse a settori che sono fondamentali per la sopravvivenza del genere umano, quali: salute, alimentazione, servizi sociali e lotta al cambiamento climatico; “economie di guerra” che rafforzerebbero notevolmente quel complesso militare – industriale - finanziario che già oggi influenza e controlla pesantemente le scelte dei governi. Scrivono i curatori del libro: “Obiettivo fondamentale deve essere il disarmo. A fondamento della Costituzione italiana c’è il ripudio della guerra e la chiara indicazione dell’attività economica per una funzione sociale. La guerra guerreggiata, la violenza che si presenta ai nostri occhi non è che la esasperazione di una quotidianità fatta di sfruttamento e di soprusi. Decostruire la retorica della sicurezza, riumanizzare l’altro, perseguire la giustizia economica, è la via per un’economia di pace che il sistema capitalistico neoliberale non può garantire”.
                                                                                 Tavolo per la pace e la solidarietà Valle Peligna


Nessun commento: