ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Rivolta nel carcere Beccaria, detenuti barricati- Tre militari della Gdf morti in esercitazione in montagna- De Luca: "Meloni ha comunicato sua vera identità"- Conte: "L'Europa è a un bivio, scegliere tra pace e guerra"- Putin avverte la Nato: "Andate verso la guerra globale"- Houthi attaccano una nave greca al largo dello Yemen-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Stellantis, cig per altri 570 lavoratori ad Atessa - Provincia L'Aquila, al via lavori su Sp 120 e Sp 35 Bis- Danni da peronospora, i sindaci chiedono tempi certi per gli aiuti - Ladri all'Agenzia delle Entrate a Pescara, rubati oggetti dei dipendenti-

Sport News

# SPORT # Il Sulmona futsal è in finale: a Faenza per la A2- Skyrace del Mammut, vincono Forconi e Pallini nella 21km -Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro dal 25 luglio-

IN PRIMO PIANO

ALL’ABBAZIA DI SANTO SPIRITO AL MORRONE UNA GIORNATA DI STUDI SUL DIPINTO MURALE DI KURT KNORR

SULMONA - Francesco Sabatini: “La sua firma sul dipinto di Sulmona riempie il vuoto tra il rientro dal fronte orientale e la prigionia iniz...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

giovedì 4 aprile 2024

NUOVA ERA NELLA CURA DELL'IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA A UROLOGIA DI L'AQUILA E AVEZZANO TRATTAMENTO CON VAPORE ACQUEO


L'AQUILA - "Una tecnica mininvasiva a base di vapore acqueo per risolvere il fisiologico ingrossamento della prostata che colpisce gli uomini con l’avanzare dell’età.È l’innovativo trattamento Rezum, un’importante svolta nella cura dell'Ipertrofia Prostatica Benigna (IPB), attuato nel reparto di Urologia di L’Aquila-Avezzano della Asl 1 Abruzzo. Una tecnica all’avanguardia su cui la direzione strategica aziendale, guidata dal manager Ferdinando Romano, ha deciso di puntare e che rivoluziona radicalmente l'approccio alla gestione di questa condizione, eliminando la necessità di interventi chirurgici invasivi. L'IPB è una condizione diffusa tra gli uomini anziani che colpisce il 43% dei settantenni italiani e il 75% degli over 80.

Questo disturbo provoca una serie di sintomi urinari invalidanti che compromettono notevolmente la qualità di vita dei pazienti.
Il dott. Boris Di Pasquale, alla guida del reparto di Urologia, spiega: "La nuova tecnica, impiegata nel nostro reparto, offre un rapido recupero dei sintomi e consente ai pazienti di riprendere le loro attività quotidiane in tempi molto brevi. Il trattamento presenta una serie di vantaggi, tra cui la possibilità di eseguire l’intervento in semplice sedazione, la preservazione della funzione erettile ed eiaculatoria, l'assenza di incontinenza con il rapido ritorno alla normale vita lavorativa”.




Il sistema Rezum consiste nell’utilizzo di un generatore di vapore acqueo che, grazie a un dispositivo monouso dedicato, eroga dosi mirate di vapore direttamente nelle zone della prostata interessate dall’ostruzione del tratto urinario. Il tessuto malato si modifica, causando la morte delle cellule. Nel corso dei 3 mesi successivi al trattamento la porzione di tessuto interessata viene riassorbita dall’organismo, riducendo il volume della porzione della prostata che ostruisce l’uretra, diminuendo così i sintomi causati dall’ipertrofia.
Un ulteriore complemento alla gamma di servizi offerti della Asl 1 che si distingue come punto di riferimento nell'ambito urologico specializzato in diverse aree, quali la gestione della calcolosi con la litotrissia extracorporea con onde d’urto, la diagnosi dei tumori (prostata, testicoli, vescica e rene), la chirurgia robotica, quella endoscopica disostruttiva delle basse vie urinarie, la diagnostica funzionale dell'incontinenza-urinaria e l’andrologia chirurgica".


Nessun commento: