ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Via libera dell'Eurocamera al Patto di stabilità, lo votano solo 4 italiani. Gentiloni: "Un buon compromesso"- Torino: Contusi 7 agenti e alcuni manifestanti. Lollobrigida: "Squadracce"- Evacuato l'hotel Barberini per esalazioni tossiche provenienti dalla Spa. Otto gli intossicati- Mosca, "eliminati quasi mezzo milione di soldati ucraini"- Mattarella al Papa, semi fecondi di pace i Suoi appelli - Milan battuto 2-1, l'Inter è campione d'Italia e conquista la seconda stella nel derby -

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Detenuto tenta di evadere dall'ospedale di Teramo- A14: apre al traffico la nuova galleria Colle Marino - Patente B, in Abruzzo 4 bocciati su 10 alla teoria nel 2023 -

Sport News

# SPORT # Risultati calcio a 5 SULMONA FUTSAL, SCONFITTA DI MISURA A TERZIGNO (4 - 3): SABATO IL RITORNO

IN PRIMO PIANO

IL FREDDO È AL CANTO DEL CIGNO. BERNARDI: ALTRE 48 ORE "INVERNALI" MA POI LA PRIMAVERA TORNERÀ CON LA MAGIA DELLE SUE TEMPERATURE

L'AQUILA - "Lo aveva preannunciato il Meteorologo Stefano Bernardi e oggi arrivano le conferme. Il break invernale con il suo caric...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

martedì 20 febbraio 2024

ANGELILLI:"PROVO IMBARAZZO PER IL PRETORIANO MARSILIO CHE STA PROVANDO A SVENDERE GLI ABRUZZESI"

PACENTRO - "Da sindaco mi sento offeso. Offeso dal pretoriano Marsilio che invece di indignarsi per come a Roma la premier Meloni ha trattato i sindaci che chiedono attenzione e rispetto per la loro terra, non trova di meglio da dire se non scrivere una lettera a Massimiliano Fedriga, presidente della conferenza delle Regioni, per chiedere di <censurare pubblicamente> il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Marsilio evidentemente ha ancora nostalgia di quel metodo usato nel ventennio fascista quando si metteva in atto un'attività di censura e di controllo sistematico della comunicazione e, in particolare, della libertà di espressione, di pensiero, di parola. Ma noi non ci faremo intimidire e al fianco del presidente De Luca e di tutti i sindaci del sud faremo sentire forte la nostra voce a difesa dei nostri territori. Il nostro no alla autonomia differenziata deve arrivare forte alla maggioranza che governa la Regione Abruzzo e ancora più forte alla presidente Meloni. Non permetteremo che questo provvedimento, finisca per arrecare gravi disagi soprattutto ai territori locali. Il disegno di legge leghista frantumerà il Paese con conseguenze devastanti sul futuro di milioni di cittadini. Si amplieranno ancora di più le differenze tra regioni del Nord e regioni del Sud. Attribuendo alle Regioni poteri che riguardano materie importantissime per i cittadini come salute, scuola, trasporti, ricerca, energia, credito e risparmio,  le Regioni potranno trattenere gran parte del gettito fiscale che non sarebbe più redistribuito su tutto il territorio nazionale. Quindi le regione ricche saranno sempre più ricche e quelle povere ancora più povere. E Marsilio, nel silenzio assordante e imbarazzante delle sue truppe, che solo a parole affermano di volere il meglio per l'Abruzzo, salvo poi tacere il fatto che il loro presidente ha accettato senza alcun disagio, totalmente assoggettato al Governo di centrodestra romano, l'impoverimento di questa terra, continua a difendere le decisioni del governo Meloni. E se per Marsilio che abruzzese non è si potrebbe comprendere, ma mai giustificare, questo atteggiamento, altrettanto non si può dire per quei consiglieri di centrodestra che abruzzesi lo sono e come, ma evidentemente solo anagraficamente. Noi invece che nelle abruzzesi e negli abruzzesi ci riconosciamo davvero, facciamo sentire la nostra voce con i fatti, non a chiacchiere tanto che, con il nostro candidato presidente Luciano D'Amico, quando andremo in Regione, ci opporremo con forza a quel dannoso e fatale provvedimento perché nessuno debba restare indietro!"

Nessun commento: