news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Cucchi da cospito: 'Condizioni allarmanti' Delmastro attacca il Pd- Pallone spia cinese sorvola una base americana con missili nucleari- Soccorso un barcone di migranti, a bordo 8 cadaveri- Armi puntate, Roby Facchinetti rapinato nella villa a Bergamo-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

IN PRIMO PIANO

AGGREDISCE LA MADRE CON UNA MAZZA DA BASEBALL: 40ENNE ARRESTATO

AVEZZANO - " Aggredisce e maltratta l’anziana madre, queste le contestazioni mosse nei confronti di un 40enne avezzanese, con alle spa...

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 14 gennaio 2023

"NEVE IN ABBUNDANTIAM PER LA PROSSIMA SETTIMANA". IL METEOROLOGO AQUILANO STEFANO BERNARDI: I MONTI DELL'APPENNINO TORNERANNO A SORRIDERE

L'AQUILA - "Lo aveva preannunciato con incredibile tempismo il noto meteorologo aquilano Stefano Bernardi e i fatti gli hanno dato ragione.L'inverno in Italia, quello vero, sta arrivando e lo farà restituendo ai monti italiani, con le abbondanti nevicate previste, i colori che gli sono più congeniali.Nella consueta diretta del Venerdì sera il professionista abruzzese ha annunciato il verificarsi delle sue previsioni quando ad essere stato annunciato è stata la vitalità di una stagione fredda che molti davano per morta.
È in arrivo, infatti, un periodo dove al sole prevalente di fine dicembre e inizio gennaio proprio di un regime alto-pressorio, si sostituirà un regime depressionario ricolmo di precipitazioni prevalentemente nevose alle quote superiori.Le iniziali correnti di estrazione polare marittima faranno il loro ingresso nel Mediterraneo e li metteranno in moto una fabbrica di nuvole e vento foriera di abbondanti nevicate sui monti e intense piogge alle quote inferiori.
Successivamente le correnti potrebbero prendere( il condizionale è d'obbligo) una connotazione più continentale. Se ciò dovesse accadere la quota neve calerebbe e la possibilità di vedere imbiancate le colline non sarà più un'ipotesi campata in aria.




Nel lungo periodo si potrebbe avere, secondo Bernardi, un cut-off ( in sostanza la creazione di una bassa pressione fredda in quota sovrastata da un'alta pressione), ovvero l'isolamento di una bassa pressione sull'Italia che alimenterebbe ancor più, con il suo continuo stazionare, la possibilità di accumuli precipitativi di un certo rilievo.
Concludendo possiamo quindi dire che seppur non è dato per certa l'arrivo di neve in pianura quella che sta per arrivare sarà una settimana che restituirà il sorriso alle montagne appenniniche e, soprattutto, agli amanti dello sci peninsulare ivi compresi gli imprenditori che della neve ne sono gli autentici interpreti dal punto di vista economico".
Chi vorrà rivedere la puntata andata in onda ieri sera lo potrà fare cliccando sul link https://fb.watch/i2786GOQ-X/
F.to Mauro Nardella 



Nessun commento: