news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Anarchici in piazza per Cospito. Cortei a Roma e Milano, sotto Opera lancio di sassi- Scontro in A14 a Grottammare.Morti padre e due figli- Germania: Abbiamo le prove dei crimini di guerra in Ucraina- Scontro FdI-Pd in tribunale Appello di Meloni all'unità-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

IN PRIMO PIANO

"ULTERIORE INCONTRO URGENTE CON ASPI, AUTOSTRADE PER L'ITALIA, AL FINE DI PROVVEDERE A GARANTIRE LA MASSIMA SICUREZZA POSSIBILE ANCHE RIMODULANDO I CANTIERI"

L'AQUILA - "A fronte dell'ennesimo tragico indicente mortale sull'A14 nei tratti abruzzese e marchigiano mi sono sentito co...

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 27 dicembre 2022

"A PACENTRO COME A BETLEMME" PIENONE PER LA XXIII EDIZIONE DEL PRESEPE VIVENTE ITINERANTE

VIDEOPACENTRO - "Si è svolta ieri la XXIII edizione del presepe vivente itinerante "A Pacentro come a Betlemme" tra le più importanti tradizioni folkloristiche di Pacentro, un momento di grande attrazione per il circondario peligno nonché di forte richiamo turistico.La manifestazione organizzata dall'Associazione Pro Loco, con il patrocinio del Comune di Pacentro, ha visto una grande affluenza di persone.Ha luogo ogni anno durante le festività natalizie. Una rappresentazione a cavallo tra il sacro ed il profano: ricreare la mistica atmosfera del natale a Betlemme, caricandola di una valenza popolare strettamente legata alla tradizione contadina del luogo. L’evento culturale ed il percorso della rappresentazione fungeranno da catalizzatori di una serie di performance collaterali nello sforzo di ricreare un ritmo di vita perduto, scandito dagli incontri nelle botteghe di raccolta che non sono puro decoro, ma esperienza partecipata e in grado di rigenerare il quartiere urbano trasformandolo in un organismo capace di ricreare modi di vita, di attraversamento e utilizzo fuori dalla routine del quotidiano.





Una poderosa occasione per instaurare un rapporto biunivoco tra le persone ed il borgo: esso, attraverso le singole location, offre stimoli visivi-tattili-olfattivi, una serie di sensazioni che i fruitori utilizzano per ricreare il concetto di paese e storia e per identificarvisi. Le locande culinarie di dolci, pizze, gnocchi, urritj, castagne, inondano i vicoli di profumi antichi che accompagnano i visitatori durante la passeggiata verso la capanna. Le botteghe della sarta, del fabbro, dei mammuccij, dell’orafo, del tombolo, dell’intagliatore, costituiscono occasione di sosta e di sorpresa.



La visione progettuale del presepe vivente vuole coinvolgere la creatività ed il sapere dei suoi abitanti e alimentare una nuova sinergia con le tradizioni del circondario che troveranno accoglienza nella densa rete di tradizioni riproposte in modalità diffusa nelle diverse location collocate lungo il percorso viario. Una manifestazione folkloristica carica di tradizione cristiana, integrazione tra città-tradizioni-arti e mestieri popolari, offre la possibilità all’evento di fungere da strumento per rigenerare una qualità dello spazio urbano perduta, interagendo direttamente con le persone, riconnettendo ed identificando gli spazi".





 



Nessun commento: