news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Ecatombe in Turchia e Siria Erdogan nei luoghi del sisma- Mattarella, Benigni e Ferragni nella prima serata di Sanremo- Sono oltre 6.200 le vittime del terremoto. 'Ad Aleppo una catastrofe, serve tutto'- Oltre 5mila morti, si scava tra le macerie. Biden chiama Erdogan. Disperso un italiano-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

IN PRIMO PIANO

PROROGA TRIBUNALI ABRUZZESI, FINA: “ORA CONDIVIDERE PROPOSTA PER RIAPERTURA DEFINITIVA”

L'AQUILA - “L’approvazione in Commissione Affari costituzionali e Bilancio del Senato, in seduta congiunta, della proroga per i tribunal...

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 29 novembre 2022

"DOPO 4 ANNI DI ATTESA LA REGIONE VENDERÀ GLI IMMOBILI IN VIALE BOVIO E VIA RAFFAELLO: IL RICAVATO TUTTAVIA NON SARÀ DESTINATO A PESCARA, FINANZIERÀ INTERVENTI SULLE INFRASTRUTTURE AQUILANE"

PESCARA - "Dalla lettura dell'assestamento di bilancio sottoposto all'esame della commissione, constatiamo come la Giunta Marsilio abbia intenzione di mettere in vendita nel prossimo anno (2023), con una procedura ad evidenza pubblica, le due vecchie sedi della Giunta Regionale ubicate a Pescara in viale Bovio e via Raffaello.Una decisione adottata con estremo ritardo da parte del governatore Marsilio e dall'assessore al patrimonio, nonché senatore, Guido Liris, giunta solo nell'ultimo anno di mandato, dopo un'inutile attesa lunga quattro anni che ha avuto come unico risultato quello di rendere sempre meno attrattivi i due immobili di proprietà regionale, divenuti ormai ricettacolo di rifiuti, sporcizia e degrado.Ma a lasciare letteralmente basiti è un altro aspetto. Nel testo infatti si esplicita come il ricavato della vendita, circa 6 milioni, andrà a finanziare interventi infrastrutturali nel territorio della Provincia dell'Aquila. Un bel paradosso per la città di Pescara che si vedrà privata di due immobili pubblici senza poter nemmeno usufruire dei proventi dell'alienazione. Conclusione a cui la maggioranza è giunta in maniera compatta, senza incontrare, come sarebbe stato naturale, le obiezioni dei consiglieri di centrodestra pescaresi: D'Incecco, Testa, Sospiri, Verì e De Renzis.Presenteremo dunque un emendamento per abrogare questa assurdità, chiedendo che tutto il Consiglio lo voti. Inoltre, mentre la Giunta Marsilio tira dritto sulla realizzazione della sede unica regionale all'interno dell'area di risulta - localizzazione che noi contestiamo profondamente -, abbiamo appreso come la maggioranza non abbia nemmeno stanziato i fondi necessari alla progettazione, poiché la cifra precedentemente individuata (2 milioni), in ogni caso insufficiente, risulta destinata - come confermato pubblicamente dall'assessore Liris - alla totalità degli immobili regionali".


Il Consigliere Regionale

Antonio Blasioli

Nessun commento: