news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Ragazza italiana arrestata in Iran, l'appello del papà su Fb- Stoltenberg. 'L'uso di armi nucleari avrà conseguenze per Mosca'- Indonesia. Scontri dopo la partita, centinaia di morti allo stadio- Kiev avverte i russi: 'Lasciate Putin o sarete uccisi uno a uno'- Ucraini riprendono Lyman. Strage di civili a Kharkiv- '

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 20 settembre 2022

LA CAMPAGNA NAZIONALE DI LEGAMBIENTE “C’E’ PUZZA DI GAS “ ARRIVA A SULMONA

SULMONA - "Arriva a Sulmona “C’è puzza di gas. Per il futuro del Pianeta non tapparti il naso”, la nuova campagna di informazione e sensibilizzazione di Legambiente con il supporto di Clean Air Task Force (CATF). Otto tappe in Italia partendo dalle istanze locali attraverso presidi, conferenze stampa, flash mob e iniziative che coinvolgeranno l’intera filiera del gas fossile, dalle centrali elettriche a quelle di compressione, dai gasdotti ai pozzi estrattivi.In Abruzzo la campagna farà tappa a Sulmona mercoledì 21 settembre alle ore 18 e 30 in piazza XX settembre dove si terrà un presidio, con dibattito e flash mob.La scelta di Sulmona è emblematica perché a Sulmona c’è la principale vertenza abruzzese.L’iniziativa di Legambiente è in collaborazione con i Comitati cittadini per l’ambiente, che da quasi 15 anni stanno lottando contro la centrale e il metanodotto della Snam, due opere inutili che, se realizzate, oltre a devastare il territorio e a mettere in pericolo la salute dei cittadini, costeranno molto caro alla collettività con conseguente aumento della bolletta energetica già alle stelle.L’obiettivo della campagna è non solo quello di ricordare quanto sia importante per il bene del Paese e del nostro pianeta abbandonare il gas fossile, ma  anche far conoscere a territori, cittadini e cittadine i rischi legati alle dispersioni e agli sprechi del gas metano immesso direttamente in atmosfera - gas fossile con un effetto climalterante fino a 86 volte più potente di quello della CO2 -  e spingere l’Italia e l’intera Europa ad approvare norme e regolamenti ambiziosi, finalizzati a ridurre nel tempo, fino ad azzerare tali emissioni".




                                                   LEGAMBIENTE ABRUZZO

Nessun commento: