---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Studente si ustiona durante alternanza scuola-lavoro- Russia vieta l'ingresso a Biden e altri mille. Zelensky, colloqui dopo scambio prigionieri- Zelensky: 'La ripresa dei colloqui dipenderà dallo scambio dei difensori di Azovstal'- 'Efficacia booster a 88% contro la malattia severa'-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale Diretta Streaming - PRATOLA: FIACCOLATA DEL MORRONE SAN PIETRO CELESTINO V 2022

mercoledì 11 maggio 2022

RINALDO LIBERATORE TRACCIA IL PROFILO DI MISHAN LA NUOVA STELLA DELL'ARTE ABRUZZESE

SULMONA - "Il volto noto della cultura abruzzese offre il suo personale giudizio alla nuova scoperta del Critico D'Arte Massimo Pasqualone e figlioccia dell'artista pratolano Elio Lucente.“Mi piace scrivere al buio quasi totale per evitare ogni sorta di condizionamento. So che questa artista, che non conosco personalmente e che si fa chiamare Mishan, è di Molina Aterno e sicuramente ha goduto del silenzio di questo borgo rupestre, ricco di storia e posto all’ombra del Sirente. La immagino in questo pacifico e naturale contesto, lasciarsi attraversare dai suoi fantasmi artistici fino da diventarne ancella. Ho rimirato vari suoi lavori e posso sicuramente ipotizzare che la sua tela, mentre opera coi colori, è posta a Levante, verso il sorgere del sole. La sua mano è lieve, pur nella forte autocoscienza pittorica che traspare dalle sue figure dai notevoli risvolti psicologici. Sono, quelli di Mishan, dipinti venati da complicate interrogazioni esistenziali, ricchi di gorghi eppure fluidi e scorrevoli come l’Aterno. Si arguisce quanto la pittura l’assecondi in questo forte anelito di riconoscersi ed elaborarsi per linee e cromatismi. Nella sua pennellata intuisco il fremito dell’istante creativo bilanciato dal desiderio di pensarsi e collocarsi in un ambito riconoscibile e circoscritto, come se talvolta la forza della visione le incutesse vertigine e timore della perdita di sé. Un’artista, di cui sentiremo sicuramente parlare, se non si lascerà corrompere e unificare la sua anima duale in continua lotta tra le parti, ergo generatrice di invenzioni pittoriche frutto di benefici contrasti delle presenze che la abitano”.


E' con queste bellissime e poetiche parole che il noto rappresentante della cultura Abruzzese Rinaldo Liberatore ha detto la sua sulla molinese Maurizia Nardella, in arte Mishan, a proposito della sua arte sensitiva le cui qualità sono state molte accalamate nel corso della recente manifestazione culturale “Parole tra i libri” tenutasi la settimana scorsa a Chieti ( pubblicate sul profilo FB del gruppo “ L'arte sensitiva di MISHAN” https://www.facebook.com/groups/1052359189008169).


La nuova scoperta del noto critico d'arte e direttore artistico della manifestazione culturale chietina Massimo Pasqualone, nonché figlioccia del maestro pratolano Elio Lucente trova quindi importanti proseliti sul suo cammino e Rinaldo Liberatore ne rappresenta un ottimo rappresentante.


Le soavi parole di Liberatore lasciano il segno tutte le volte che le si rilegge. Esse rappresentano un autentico carburante motivazionale per le esigenze di chi, come nel caso di Mishan, si trova agli albori di una carriera pronta a varcare la tappa del suo esordio nella critica che conta.


Insomma...chi bene incomincia è a metà dell'opera"

Nessun commento: