news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - L'Italia fa entrare le Ong, porti sicuri per tre navi- Putin: 'E' inevitabile un accordo sull'Ucraina'- A Lampedusa nave ong, sbarcati 33 migranti- Iran. Spari ai genitali e al seno, impiccato un manifestante- La Prima della Scala. Ovazione per Mattarella-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

ABRUZZO DOSSIER - PREMIO AQUILA D'ORO 2022

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 21 marzo 2022

21 MARZO 2022 GIORNATA MONDIALE PERSONE DOWN – CONTRIBUTO DELL’ARMA ALL’INIZIATIVA PROMOSSA CON L’A.I.P.D.21 MARZO 2022 GIORNATA MONDIALE PERSONE DOWN

L'AQUILA - I Carabinieri del Comando Provinciale e dei Reparti della Biodiversità e del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti Laga di L’Aquila, hanno aperto le porte della caserma JAFOLLA, sede del Comando Provinciale, ai ragazzi che frequentano la delegazione aquilana dell’Associazione Italiana Persone down. L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione tra i Comandi dell’Arma interessati, e soprattutto alla condivisione d’intenti con l’A.I.P.D. di L’Aquila, presieduta da Domenico Colapelle, quindi la generosità e la disponibilità delle famiglie associate.La realizzazione dell’evento, che coincide con la Giornata Mondiale Persone Down, internazionalmente riconosciuta e sancita ufficialmente da una risoluzione dell’ONU, ha dato la possibilità ai ragazzi con sindrome di Down di confrontarsi con una realtà per lo più sconosciuta a molti di loro.Nel corso dell’incontro, protrattosi per tutta la mattinata, è stato rispettato il tema della giornata mondiale di quest’anno – “inclusion means”. Tutti i partecipanti, nessuno escluso, sono stati coinvolti in attività e esempi concreti di mera inclusione. I Carabinieri Forestale, tra gli spazi verdi della caserma, hanno organizzato percorsi di educazione ambientale tratti dai previsti programmi d’insegnamento rivolti agli alunni degli istituti scolastici delle scuole primarie e secondarie. 

Suggestiva anche la presenza di una pattuglia di carabinieri a cavallo del Reparto Parco Nazionale del Gran Sasso, che ha offerto ai presenti l’opportunità di interagire con splenditi e docili esemplari di cavallo italiano delle murge.     

La prosecuzione della visita si è poi spostata verso alcuni dei locali interni del comprensorio militare e sulle strumentazioni e mezzi in uso ai carabinieri dell’Arma territoriale.   


L’interesse ha raggiunto ciascuno dei visitatori speciali che si sono “appropriati” della caserma per tutta la mattinata, passando poi le consegne ai carabinieri per attendere alle ordinarie attività.


L’incontro ha indubbiamente diffuso, e vuole diffondere il valore della consapevolezza e della conoscenza sulla sindrome per aiutare la cultura della diversità, del rispetto e dell’inclusione sociale.

La neonata collaborazione prevede futuri incontri con i ragazzi del centro A.I.P.D. di L’Aquila che hanno anche aderito alla campagna “un albero per il futuro” promossa dal Ministero della Transizione Ecologica e dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità, per avvicinare i più giovani alle tematiche ambientali e contribuire ad arricchire l’ambiente con l’impianto di migliaia di nuovi alberi che costituiranno un bosco diffuso e ridurranno il riscaldamento globale.


La delegazione aquilana dell’AI.P.D., nella propria sede, ricavata in mezzo alla campagna della periferia della città, dispone di spazi a sufficienza per favorire la coltivazione e la cura delle piantine donate dal Reparto Carabinieri Biodiversità di L’Aquila.         

                     


Nessun commento: