---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Omicron: Primi due casi in Inghilterra. Uno sospetto in Campania- Incubo Omicron in Europa: Caso sospetto in Germania, scatta l'allarme in Olanda - Il Ministero alle Regioni, 'Rafforzare il tracciamento- Variante Omicron in Belgio. L'Europa ora si blinda- Super pass spinge i vaccini, Lamorgese vedrà i prefetti- Covid 'Crescita continua di casi e occupazione negli ospedali'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

CANALE DIRETTA STREAMING - CORDESCA 2021 FINALE

venerdì 29 ottobre 2021

FONDONE COVID, IL COMUNE DESTINA 350MILA EURO ALLE IMPRESE

AVEZZANO -  Mercogliano e Silvagni:" contributi al 50%, fino a 1.500 euro, per favorire la ripresa.Spese   e   investimenti   di   piccole   imprese,   liberi   professionisti,   associazioni sportive e istituzioni sociali “co-finanziate” al 50% dal Comune: per favorire la ripartenza del settore produttivo l’amministrazione Di Pangrazio mette sul piatto un plafond di 350mila euro attinto dal fondone Covid. Previsti contributi fino a un massimo di 1.500 euro,   per investimenti in macchinari, attrezzature  e  impianti; ristrutturazioni aziendali; innovazioni tecnologiche per la digitalizzazione; vendita a distanza e smart working, ma c’è spazio anche per i nuovi prodotti da immettere nel   mercato.   Il   Comune   aprirà  i   cordoni   della   borsa,   o  meglio   l’avviso  per   le domande, dopo il passaggio in consiglio comunale (oggi venerdì 29 ottobre) , quasi una formalità dopo l’approvazione unanime del regolamento nelle commissioni 1^e 3^ in riunione congiunta.   “La   ripresa   del   mondo   produttivo,   piccole   imprese,   liberi   professionisti, associazioni   sportive   e   istituzioni   sociali,   messo   a   dura   prova   dall’emergenzapandemica”,   affermano   i   consiglieri   di   maggioranza,     Lucio   Mercogliano   e Carmine   Silvagni,   “è   una   priorità   dell’amministrazione   Di   Pangrazio,   poiché rappresenta un traino per l’economia cittadina. Per questo motivo abbiamo deciso di destinare una quota importante del fondone Covid a incentivare gli investimenti e le innovazioni”.    Il   Comune,   quindi,   si   prepara   ad   aprire   le   porte   al   tesoretto,   tenendo   in considerazione l’ordine di arrivo delle richieste di contributo, ma non a tutti: sono escluse dai benefici, in primis le medie e grandi strutture di vendita e le attività di carattere industriale, i night club, i compro oro, le imprese che esercitano attività a carattere stagionale, nonché coloro che hanno contenziosi con l’Ente o non sono in regola con il Durc".                                                                                      

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :