ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Raid su un campo profughi a Rafah, almeno 45 vittime. Sparatoria con l'esercito egiziano - Tajani, "il governo è impegnato su tre riforme fondamentali"- Bonino: "Dialogo con Calenda? Dobbiamo farlo e sbrigarci"- Duemila persone sepolte dalla frana in Papua Nuova Guinea -

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Ladri all'Agenzia delle Entrate a Pescara, rubati oggetti dei dipendenti- Granelli, 125mila Pmi pioniere dell'IA, ma manca personale- Air Show annullato dopo la tragedia all'Aeroporto dei Parchi - Cartoons on the Bay, a Pescara 300 opere da 50 Paesi -

Sport News

# SPORT # Skyrace del Mammut, vincono Forconi e Pallini nella 21km - Sulmona Futsal batte Cures 6 - 2 nell'andata della seminfinale - Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro dal 25 luglio-

IN PRIMO PIANO

"CIG PER 70 ALLA MAGNETI MARELLI, FIRMATO ACCORDO CON I SINDACATI"

SULMONA - "E' ufficiale la cassa integrazione allo stabilimento Magneti Marelli di Sulmona. L'accordo è stato siglato nel pomer...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

giovedì 11 aprile 2024

SCOLARI A LEZIONE DI "CIVILTÀ CONTADINA" A CASTELVECCHIO SUBEQUO


CASTELVECCHIO SUBEQUO - "Una giornata particolare per gli scolari della Scuola secondaria di Primo grado di Castelvecchio Subequo,  dell'Istituto Comprensivo di Raiano,  per conoscere la "Civiltà contadina".La generazione digitale non può ignorare le radici culturali dei propri antenati, poiché un paese senza memoria non può avere un futuro. È questo il senso dell'incontro  formativo voluto dai docenti professori Adornati Mariana, Enza Chiara Ricci, Maria Carmela Di Cesare, Antonio Piotti, operanti nella sede di Castelvecchio Subequo dell'Istituto Scolastico  Comprensivo di Raiano, diretta dalla prof.ssa Paola Ruscitti,  con l'Azienda Agricola "Marinopiccoli", grazie agli  interventi di Giuseppe Cera, cultore di storia locale e lo scrivente Giovanni Pizzocchia, già dipendente della Comunità Montana Sirentina, sociologo pubblicista e già operatore dell'ufficio stampa e dell'Ecomuseo d'Abruzzo.Danilo Marinopiccoli, titolare dell'Azienda, intitolata al bisnonno, ha allestito ed illustrato nei propri locali, di ottocentesca memoria, un vero museo con gli attrezzi agricoli, utilizzati soprattutto nel passato dai braccianti agricoli, quando ancora la moderna tecnologia non aveva rivoluzionato le modalità delle lavorazioni agricole. I discenti hanno avuto modo di scoprire il mondo del passato, quando nei piccoli  paesi si nasceva nelle proprie abitazioni, in una società solida, coesa, patriarcale, contadina con le sue tradizioni e consuetudini, e confrontarla con quella del presente, più individualista, liquida, come insegnava il sociologo Baumann, di cui, come metafora, ne è eloquente testimonianza ed espressione anche il patrimonio immobiliare. 




Dai centri storici in cui le case, arroccate, intorno al castello medievale,  venivano costruite in pietra e calce,  attaccate le une alle altre, nell'ottica di un'economia rurale, di mutua assistenza e d'uso comunitario, nell'accessibilità con la chiave nella toppa. In contrapposizione con la parte nuova del paese con case singole, costruite in cemento armato, spesso con recinto, cancello e con la scritta "Attenti al cane".
Pietre e cemento parlanti che raccontano chi eravamo e cosa siamo...
Felici gli scolari e i docenti. Compiaciuto Danilo che, da eccellente interprete di un modo innovativo nell'essere imprenditori agricoli, ha offerto l'occasione anche per far degustare una piccola "colazione contadina" a tutti i partecipanti, per chiudere cosi in bellezza l'incontro didattico nella sua fattoria".
 (DI GIOVANNI PIZZOCCHIA)







Nessun commento: