---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE NAZIONALI - Il centrodestra per Moratti, Nordio e Pera. Letta: 'Sono nomi sicuramente di qualità'- Al via il voto. Lega: 'Draghi resti premier'. Pd, M5s e Leu faranno una rosa di nomi- Covid, bambino di dieci anni morto in ospedale a Torino- Berrettini vola in semifinale all'Australian Open-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

CANALE DIRETTA STREAMING - CORDESCA 2021 FINALE

sabato 25 settembre 2021

LA QUESTIONE SNAM SU PRESA DIRETTA LUNEDI 27 SETTEMBRE

SULMONA - "Lunedi 27 settembre, alle ore 21 e 20, Presa Diretta, la trasmissione di RAI 3 di Riccardo Iacona, affronterà il tema delle fonti di energia fossili. Nel corso della trasmissione si parlerà anche della lotta che i cittadini di Sulmona conducono da 14 anni contro la centrale e il gasdotto della Snam. La registrazione è stata effettuata a Case Pente da una troupe di Presa Diretta il 7 giugno scorso. “Il settore del petrolio e del gas – afferma Iacona – fattura e guadagna migliaia di miliardi. Le grandi multinazionali del fossile sono disposte a spostare entro il 2050 il loro business sulle energie rinnovabili?”. Il Direttore dell’Agenzia Internazionale dell’Energia, Fatih Birol, intervistato da Presa Diretta , dichiara : “Basta con gli investimenti in petrolio e gas”. Per correre ai ripari o almeno limitare i danni del cambiamento climatico bisognerà rinunciare sempre di più al petrolio e al gas.  Le multinazionali del settore conoscevano l’impatto delle emissioni dei combustibili fossili sul clima già negli anni ’60, ma hanno taciuto e negato. Oggi però tutto è alla luce del sole. Dopo la pubblicazione del primo volume del sesto Rapporto dell’IPCC (Gruppo intergovernativo dell’ONU sui cambiamenti climatici) il Segretario generale dell’ONU Antonio Guterres, ha detto : “il Rapporto  suona come una campana a morte per i combustibili fossili”. Perché allora si continua ad investire in modo massiccio su estrazione, raffinazione e trasporto di gas e petrolio? Il Ministro Roberto Cingolani, pur di difendere gli interessi dei grandi gruppi industriali del fossile, sta mettendo in atto nel Paese una strategia della paura definendo la transizione ecologica ed energetica “un bagno di sangue”. I Comitati cittadini per l’ambiente e il Coordinamento No Hub del Gas prenderanno parte sabato 9 ottobre alla manifestazione nazionale  di Roma, davanti al Ministero della Transizione Ecologica, per chiedere un decisivo cambio di passo e azioni concrete per la giustizia climatica. La manifestazione è indetta dalla Campagna nazionale Per il Clima Fuori dal Fossile. I cittadini che intendono partecipare possono contattare i seguenti recapiti : 3478859019 (Mario) – 3284776001 (Giovanna) – 3471809769 (Riccardo) o inviare una mail a : sulmonasmbiente@gmail.com".

                                                                                                   

         Comitati cittadini per l’Ambiente

         Coordinamento No Hub del Gas


Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :